piano editoriale blog

Vuoi scoprire cos'è un piano editoriale per il blog?

Magari vuoi anche capire come crearne uno davvero efficace, dico bene?

In questo articolo vediamo nel dettaglio e passo dopo passo come creare un piano editoriale per il blog.

Per ogni passo che condivido con te, troverai anche un esempio chiaro. In modo da aiutarti ad applicare il tutto nel modo giusto.

Buona lettura.

More...

Cos'è un piano editoriale per il blog?

In poche parole, un piano editoriale (da non confondere con un calendario editoriale) è un documento che riassume l'organizzazione strategica dei tuoi contenuti, finalizzati a raggiungere un determinato obiettivo.

Che può essere :

  • Promuovere un determinato prodotto (tuo o in affiliazione)
  • Promuovere un servizio
  • Far crescere la tua mailing list
  • Attrarre traffico
  • Altro

Un piano editoriale è utile non solo per il proprio blog, ma anche per i social media. Specialmente i vari Facebook, Instagram e Pinterest. Che sono i social principali utilizzati dal blogger.

Ma a cosa serve di preciso un piano editoriale? E perché è importante?

Andiamo a scoprirlo nella prossima sezione.

Piano editoriale per il blog : A cosa serve e perché è importante

Piano editoriale per blog perché è importante

Il piano editoriale è uno strumento importantissimo per il tuo blog. Questo perché racchiude tutta la tua strategia editoriale finalizzata a raggiungere i tuoi obiettivi a livello di vendita, crescita o entrambe le cose.

In qualsiasi campo, se vuoi raggiungere un obiettivo è fondamentale pianificare.

C'è una citazione molto celebre di Benjamin Franklin che recita "If you fail to plan, you are planning to fail".

Che in poche parole vuol dire "se non pianifichi, stai pianificando il tuo fallimento".

Immagina questa situazione.

Pianifichi un viaggio in macchina in cui ti poni l'obiettivo di raggiungere Lisbona partendo da Roma.

E decidi di farlo senza pianificare nulla. Le tue fermate, ne dove dormirai. Non ti porti nemmeno del cibo. Ne tanto meno una ruota di scorta. E non utilizzi nemmeno il GPS.

Secondo te come andrà a finire?

Ovviamente molto male. Difficilmente raggiungerai la tua meta.

Creare un blog con l'obiettivo di trasformarlo in una fonte di reddito (oppure in uno strumento per far crescere un business esistente) e non avere un piano editoriale, è paragonabile al viaggio disastroso che ti ho appena descritto.

Finirai per non raggiungere mai i tuoi obiettivi.

Ti ho convinto a creare il tuo primo piano editoriale per il blog?

Fantastico, andiamo a vedere tutti i passi per riuscire a crearne uno davvero efficace nel giro di qualche ora.

Come creare un piano editoriale per il blog? Ecco i 5 passi efficaci con esempi

Passo 0 - Cosa fare prima di creare un piano editoriale per blog

Prima di creare il tuo piano editoriale ci sono alcuni passi preliminari da portare a termine. Questi passi rappresentano la base su cui poi si poggerà tutta la tua strategia.

Andiamo a vedere quali sono.

Quali sono gli obiettivi del tuo blog

piano editoriale per blog e obiettivi

Per quale motivo hai deciso di aprire un blog?

Vuoi far crescere un'attività già esistente? Vuoi creare un business online incentrato sul blog?

Dare uno scopo chiaro al tuo blog, ti permetterà di pianificare nel modo giusto il tuo piano editoriale.

Ad esempio se vuoi far crescere una attività già esistente allora molti dei tuoi articoli saranno incentrati sui tuoi prodotti o servizi.

Parleranno di problemi che ruotano intorno alla tua soluzione e cercheranno di portare vendite o iscritti alla tua mailing list.

COSA FARE :

Definisci in maniera dettagliata cosa vuoi raggiungere con il tuo blog.

Leggi anche : Come creare un business plan per il blog.

A chi ti vuoi rivolgere?

piano editoriale per blog e obiettivi (2)

Il secondo passo preliminare è quello di definire in maniera chiara chi è il tuo lettore ideale. Cioè quella persona che sarà interessata ai tuoi articoli, ti seguirà in maniera assidua e acquisterà i tuoi prodotto o servizi.

Ciò che dobbiamo fare in questo step, è definire sia chi è questa persona a livello demografico, sia capire quali sono i tratti psicologici che la caratterizzano.

Ecco cosa intendo con tratti psicologici:

  • I suoi problemi.
  • Le sue paure.
  • Le sue frustrazioni principali, che lo tengono sveglio la notte.
  • Cosa desidera realmente raggiungere.

Ma perché questo è fondamentale?

Se sai a chi ti rivolgi e cosa vuole esattamente, sai anche di cosa parlare nel tuo blog, su cosa devi incentrare i tuoi articoli e persino cosa vendere di preciso ai tuoi potenziali clienti.

Insomma, conoscere bene il proprio pubblico target è la base per creare poi una strategia editoriale vincente.

Quindi cosa fare di preciso?

  • Prima di tutto definisci chi è a livello demografico il tuo lettore ideale. I dati demografici possono riguardare l'età media, il sesso, il lavoro, lo stato civile ect...
  • Fatto questo possiamo procedere con i tratti psicografici, che è tra le altre cose, la parte più importante.
  • Per questo secondo passo dovrai fare un pò di ricerche online e un pò di brainstorming. Per rispondere alle seguenti domande.
  • Quali sono i problemi principali che il tuo lettore ideale vive giornalmente (e in cui tu lo puoi aiutare con il tuo blog e i tuoi prodotti o servizi)?
  • Quali sono le paure principali che questa persona vive a causa di questi problemi?
  • Cosa desidera realmente questa persona? Qual è la sua situazione desiderata (che sarà contraria alla situazione attuale)?

Cosa hai intenzione di promuovere + categorie di contenuti

Il terzo passo preliminare, riguarda i nostri obiettivi di promozione. Cioè cosa vogliamo vendere nel breve termine (se hai già qualcosa) oppure in futuro.

È importante avere chiaro sin da ora più o meno cosa promuoverai, perché le categorie del tuo blog e i tuoi articoli dovranno ruotare intorno a ciò che vendi.

"mmm non ho capito Alex, puoi fare un esempio pratico?"

Certo, per questo esempio prenderò come punto di riferimento questo mio blog. Progettandolafuga.com che si occupa di business online e in particolare (per il momento) di blogging.

Ma facciamo che io in futuro pianifichi di vendere un corso su Youtube che è uno strumento in più che permette di far crescere il proprio blog.

Sapere già adesso a partire da adesso, che tra un anno venderò un corso al riguardo, mi permette di iniziare a pianificare dei contenuti che parleranno di cosa? Proprio di Youtube.

Quindi magari :

  • Come creare un canale Youtube.
  • Come creare la copertina per il canale.
  • Come scegliere la nicchia su Youtube.
  • Tanto altro...

Questi articoli inerenti a Youtube, mi permetteranno di attrarre persone che sono realmente interessate all'argomento e che potrebbe quindi acquistare il mio corso.

Fare questo lavoro in anticipo è importante perché prima di ricevere delle visite, ci vorrà qualche mese. Quindi se voglio vendere il corso tra un anno, pubblicare magari 10-15 articoli al riguardo, iniziando adesso, mi permetterà di avere tante visite al blog nel momento in cui il corso sarà pronto.

Cosa fare adesso

  • Pensa a 2-3 prodotti, servizi o infoprodotti (corsi, ebook ect..) che vuoi vendere nei prossimi 12-24 mesi.
  • Per ispirarti puoi guardare cosa vendono i tuoi competitor.
  • Un altra fonte di ispirazione sono i problemi del tuo pubblico. Per ogni problema potresti creare una soluzione da vendere.
  • Ora pensa a quali categorie di contenuti puoi pubblicare che siano allineate con ciò che vendi. Nell'esempio di Youtube potrei creare come categorie : Le basi di Youtube, crescere su Youtube e monetizzare Youtube.

Step 1 : Cosa hai intenzione di promuovere nei prossimi 3 mesi

cosa vuoi promuovere con il piano editoriale

Questo passo consiste nel decidere cosa andremo a promuovere nei breve periodo con il nostro piano editoriale per blog.

Personalmente preferisco creare dei piani editoriali a breve termine, che per me è una durata di 3 mesi.

In questo breve periodo, vado a promuovere non più di 3 sezioni del blog se non ho ancora qualcosa da vendere, oppure 3 offerte (prodotto, servizio o infoprodotti) se ho già qualcosa.

Promuoverò rispettivamente una sezione oppure una offerta al mese.

Facciamo un esempio per rendere il tutto più chiaro.

Prenderò come punto di riferimento di nuovo il mio blog.

Facciamo che io abbia 3 corsi da vendere.

  • Un corso su come monetizzare il blog con le affiliazioni.
  • Uno su Youtube.
  • Uno su come lanciare il tuo blog in 7 giorni.

Promuoverò 1 corso al mese per 3 mesi.

Quindi a livello di contenuto, ci sarà 1 tema ogni mese.

  • Nel mese 1 promuovo il corso base per lanciare un blog in 7 giorni. Quindi parlerò delle basi del blogging. Pianifico di scrivere almeno 4 articoli al riguardo.
  • Nel mese 2 promuovo Youtube, quindi pubblicherò articoli riguardo quell'argomento. Almeno 8 articoli al riguardo.
  • Nel mese 3 promuovo il corso su come monetizzare con le affiliazioni e per questo parlerò proprio di affiliate marketing. Programmo di fare 8 articoli al riguardo.

Visto? non è difficile.

Quindi cosa fare adesso?

  • Decidi cosa promuovere nel prossimo trimestre.
  • Decidi quale sarà il tema di ognuno di questi 3 mesi.
  • Decidi quanti articoli pubblicherai ogni mese su quei temi.

Step 2. Ricerca le idee vincenti per i tuoi articoli grazie a Google e Semrush

idee per gli articoli del blog

Nel secondo passo andrai a trovare le idee per ognuno dei tuoi mesi di promozione.

Quindi per ciascun mese deciderai quale sarà l'argomento centrale di ogni articolo.

Decidere in anticipo gli argomenti ti permetterà di essere più strategico e allo stesso tempo più produttivo. Così da non arrivare all'ultimo minuto, senza avere la minima idea di che cosa scrivere.

Ma la domanda adesso è...

Come faccio a trovare le idee?

Sono due i metodi che ti consiglio assolutamente.

Andiamo a vedere nel dettaglio queste due strategie.

Suggerimenti di google

Cosa sono i suggerimenti di google?

È una funziona del famosissimo motore di ricerca che suggerisce appunto dei risultati nel momento in cui provi a scrivere qualcosa nella barra di ricerca.

Perché dovresti usare questi suggerimenti come possibili idee?

Perché ciò che Google ti sta mostrando, sono ricerche comuni che le persone fanno! E il tuo obiettivo primario come blogger è quello di scrivere su argomenti che le persone cercano.

Se non lo fai, nessuno visiterà i tuoi articoli.

Ma adesso andiamo a vedere il secondo metodo che è ancora più efficace.

Keyword Magic di Semrush

semrush per trovare idee per gli articoli del blog

Cos'è intanto Semrush? Si tratta di una suite completa di strumenti per chi come noi fa blogging. Tra questi strumenti abbiamo :

  • Tool per studiare la tua concorrenza e capire cosa fanno che funziona (e che puoi replicare).
  • Strumenti per capire quali sono le migliori parole chiave che puoi usare nei tuoi articoli.
  • Funzioni che ti permettono di monitorare lo stato di salute del tuo sito, e correggere in tempo eventuali errori che possono compromettere il tuo successo.
  • Tanto altro.

Non mi dilungo oltre perché gli strumenti sono veramente tanti e Semrush è una suite fondamentale per chi vuole trasformare il blogging nella propria professione.

Ma andiamo a vedere il tool che ti permetterà di trovare idee vincenti per i tuoi articoli.

Si chiama Keyword Magic ed è uno strumento per la ricerca delle Keyword. Cioè la parole chiave che le persone cercano più spesso su Google. Una singola parola chiave si può trasformare in una ottima idea per un articolo.

Andiamo a vedere come utilizzarlo.

  • Per prima cosa iscriviti gratuitamente a Semrush (hai anche la possibilità di provare gratis per 7 giorni la versione a pagamento, cosa che ti consiglio caldamente di sfruttare).
  • Accedi allo strumento Keyword Magic dalla dashboard principale.
accedi a keyword magic


  • Inserisci una keyword che contenga da 1 a massimo 3 parole. Questa sarà la nostra "seed keyword" da usare per trovare tante altre idee. Nel mio esempio utilizzerò la parola "aprire un blog".
  • Come vedi ci sono ben 761 risultati (possibili keyword da usare).
cerca una parola chiave su semrush


  • Nel mio caso voglio trovare delle domande su cui scrivere degli articoli. Per trovarle mi basta filtrare cliccando su Domande ed ecco ben 257 domande.
filtra per domande con keyword magic


  • Nel mio caso ecco alcune idee interessanti su cui potrei scrivere nel mio blog. "Come aprire un blog di libri" e "come aprire un blog di cucina". Questo perché hanno una difficoltà media molto bassa e quindi potrei arrivare in prima pagina molto velocemente. Infatti se guardi a destra puoi vedere che hanno una difficoltà di 19 e 14 che è molto bassa.
piano editoriale per blog con semrush


  • Ma non è finita qui, perché posso iniziare a giocare con i filtri che Semrush mi mette a disposizione. E in questo modo posso trovare altre Keyword molto facili per i miei articoli.
  • Ecco cosa faccio, clicco in alto a sinistra sul filtro KD e poi inserisco da 0 a 29 per trovare solo Parole chiave che hanno difficoltà da 0 a 29. Ed ecco che sono riuscito a trovare una ulteriore idea, "Come aprire un blog e guadagnare".
piano editoriale per il blog con keyword magic

Step 3. Scegli il format di ogni articolo

Format dei contenuti per il tuo blog

Cosa intendo precisamente con format?

È il modo in cui vengono presentate le informazioni in un articolo. Per i contenuti di un blog esistono molti format diversi, anche se i più utilizzati sono 5.

Andiamo a vedere quali sono :

Articolo "How To"

È un format molto utilizzato per scrivere delle guide dettagliate riguardo come fare qualcosa. Ad esempio "Come pescare i saraghi con il pane" oppure "Come proteggere il divano dai graffi del gatto".

Pros:

  • Ti permettono di posizionarti come esperto nel tuo settore.
  • Tendono a portare molte visite al sito.
  • Aiutano a promuovere eventuali prodotti o servizi

Cons:

  • Sono articoli molto lunghi (in genere) e portano via diverse ore di lavoro

Formato "List Post"

È un formato che tende ad andare virale, specialmente sui social. Come suggerisce il nome è incentrato sul creare una "lista" di informazioni che possono essere utili al lettore. Esempi di questa tipologia di articoli sono "21 cose da sapere prima di prendere un cane" oppure "15 metodi per guadagnare con il tuo blog".

Pros:

  • Ti permette di ricevere tantissime condivisioni sui social. Cosa che aiuta ad ottenere visibilità.
  • Puoi ottenere discreto traffico anche dai motori di ricerca.

Cons:

  • è un pò più difficile promuovere qualcosa con questi articoli. Ma non è impossibile.

Recensione singola

È una tipologia di articolo commerciale. Cioè un articolo che ha come obiettivo primario quello di promuovere un prodotto, spesso un prodotto in affiliazione. Ciò che farai sarà provare (se possibile) questo prodotto per poi spiegare al tuo pubblico quali sono i pro e i contro. Se vuoi guadagnare con un blog è uno dei format più importanti che devi imparare a usare.

Pros:

  • Ti permette di guadagnare bene grazie alle affiliazioni.
  • Per ogni nicchia puoi trovare centinaia di prodotto o servizi su cui scrivere una recensione.

Cons:

  • Non molto facile di scrivere.

Confronto

Altra tipologia di articoli commerciale. A differenza della recensione singola, questa è una recensione di gruppo. In cui prendi 5-10 prodotti della stessa tipologia e li metti insieme per fare un confronto e spiegare qual è il migliore e perché. Questo format in genere permette di ottenere guadagni ancora superiori rispetto alla recensione singola.

Pros:

  • Tipologia di articolo molto profittevole per le affiliazioni.
  • Puoi guadagnare centinaia di euro al mese con un singolo articolo di questa categoria.

Cons:

  • Non facile da creare, richiede abbastanza tempo.
  • Ogni nicchia ha un numero limitato "confronti" che puoi fare. Che possono essere 5-30 in totale. Difficilmente si va oltre. Mentre per le recensioni singole hai centinaia di opportunità

News

È un articolo dallo stampo prettamente giornalistico. Non è un format che sei obbligato ad usare. Ma se vuoi può aiutarti ad ampliare il tuo palinsesto. Si tratta semplicemente di parlare delle notizie che ruotano intorno al tuo mercato.  

Pros:

  • Molto facile da creare.
  • ottimo se hai già un'audience.
  • Può andare virale sui social.

Cons:

  • non porta molto traffico dai motori di ricerca.

Come utilizzare queste tipologie e con che rapporto?

Il mio consiglio è quello di non scrivere solo recensioni e confronti, perché anche se sono i formati più profittevoli, google non ama i siti che pubblicano solo questa tipologia di articolo.

Un buon rapporto può essere questo : 80% articoli how to, list post e news e il 20% articoli commerciali come recensioni e confronti.

Step 4 : Decidi quali contenuti di supporto creerai e dove

social media per supportare il piano editoriale

I contenuti di supporto sono tutti quei contenuti che supportano la condivisione dei tuoi articoli. Ci sono diverse tipologie di contenuti di supporto che puoi creare. Eccone alcune :

  • Instagram o Facebook stories : Puoi usare le stories come strumento per far sapere al tuo pubblico che hai appena pubblicato un nuovo articolo sul blog.
  • Pin : Pinterest è un ottimo strumento per far crescere il tuo blog. Per ogni articolo che pubblichi, puoi creare 2-3 pin da condividere su questo social.
  • Video su Youtube: Si tratta del secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo (dopo Google). Ciò che puoi fare è creare uno o più video in cui tratti gli stessi argomenti del tuo articolo.
  • Spezzone di un video sui social : Dopo aver creato la versione video del tuo articolo, puoi promuoverlo ulteriormente, creando spezzoni di questo video che puoi pubblicare su Instagram o Facebook.

In questo step puoi decidere quali contenuti di supporto (tra quelli elenencati sopra) andare a creare. Personalmente ti consiglio di partire solo con 1 o 2 tipologie di contenuti per ogni articolo.

Ad esempio 2 pin e 1 Instagram stories.

Step 5 : Crea il tuo calendario editoriale mensile

calendario editoriale per blog

Ed infine eccoci alla creazione del calendario editoriale. Che è la parte finale del piano editoriale per il blog.

Il calendario è quello step in cui pianifichi effettivamente la data di pubblicazione dei tuoi articoli. Ma a differenza di ciò che molti pensano è solo l'ultimo step per creare una piano editoriale vincente.

Infatti diventa efficace solo se hai applicato tutti i passi strategici che ti ho descritto in precedenza.

Come creare un calendario editoriale?

Puoi utilizzare un semplice foglio excel oppure una delle tante web app che ti permettono di crearne uno. Personalmente adoro Notion e Trello.

Le voci che non possono mancare nel tuo calendario editoriale sono :

  • Ovviamente la data di pubblicazione.
  • La tipologia dell'articolo (how to, list ect..)
  • Un titolo ipotetico che poi ovviamente andrai a migliorare.
  • La keyword principale che hai intenzione di targhetizzare con quell'articolo.
  • La categoria di appartenenza di ciascun articolo nel tuo blog wordpress.
  • l'obiettivo che ti poni di raggiungere con questo articolo. Che può essere più vendite, iscritti alla mailing list, vendite in affiliazione o altro.

Conclusione

In questo articolo hai scoperto i 5 passi fondamentali per creare un piano editoriale per il blog. Che per ricapitolare sono:

  • Decidere cosa vuoi promuovere nei prossimi mesi.
  • Ricercare idee vincenti per i tuoi articoli con Semrush.
  • Scegliere il format di ciascun articolo.
  • Decidere i contenuti di supporto.
  • Creare il calendario editoriale.

Ti voglio lasciare con un ultimo consiglio.

La difficoltà più grande che incontrerai sarà la disorganizzazione. Lo so per esperienza. L'unico modo che hai per essere organizzata/o nel piano editoriale per il tuo blog è di giocare di anticipo.

  • Decidi ORA quando creerai il tuo piano editoriale.
  • Inserisci la data di creazione e l'ora esatta nel tuo calendario.
  • Attiva le notifiche, così da ricevere un promemoria sul tuo smartphone.
  • Infine salvati questo articolo nei preferiti in modo da consultarlo facilmente quando creerai il tuo piano editoriale.

Al tuo successo,

Alex.

AUTORE E FONDATORE | ALEX BULLA

Il mondo del blogging a partire dal 2018 mi ha letteralmente cambiato la vita. Sono passato dall'essere un consulente stressato a completamente libero, grazie al mio blog e al mio canale Youtube. Negli anni successivi ho creato altri 4 blog, tutti monetizzati con successo. Tra cui progettandolafuga.com. In questo blog condivido la mia esperienza e ti aiuto a creare un blog che ti permetta di lasciare il lavoro, essere libero e avere il tempo per le cose che per te contano veramente.


Tags


Altri articoli che potrebbero interessarti

Scrivi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}