come aprire un blog

Sei in procinto di creare un blog e vuoi capire come farlo senza sbagliare nulla?

In questa guida GRATUITA ti spiego in maniera semplice e dettagliata tutti i passi che mi hanno portato in meno di 3 anni a creare 5 blog e guadagnarci pure. 

(I miei blog guadagnano TUTTI da qualche centinaio di euro al mese i blog più piccoli e recenti, fino ad alexbulla.it che tra blog e canale youtube collegato mi porta oltre 5000€ al mese).

Quindi se vuoi capire, come anche tu, puoi creare un blog e guadagnare nel giro di qualche mese, allora non ti resta che divorare questa guida e applicare le mie strategie.

More...

ATTENZIONE : Sappi che la lettura di questo mega post ti porterà via circa 20 minuti. 


So che è tanto, ma tutto ciò che ho scritto è NECESSARIO per aiutare chi come te inizia da zero a vuole creare un blog di successo.


Tanti dei miei colleghi per queste stesse informazioni si fanno pagare centinaia di euro.


Io ti offro tutto questo GRATIS.   


L'unica cosa che ti chiedo in cambio è di LEGGERE CON ATTENZIONE E APPLICARE.


Ci stai?


Buona lettura 🙂

Fasi preliminari prima di creare un blog

Sono certo che hai fretta e vuoi andare subito al sodo.

Vuoi capire come creare il tuo blog e magari anche guadagnarci.

Lo so.

Tuttavia ti prego di non avere fretta.

Infatti ci sono 3 cose fondamentali da portare a termine prima di aprire un blog.

Quali sono queste 3 cose?

  1. Capire perché vuoi creare un blog.
  2. Capire di cosa parlerai (cioè scegliere la tua nicchia).
  3. Capire perché non è il caso di aprire un blog gratis.

Andiamo ad approfondire questi 3 punti e capire esattamente cosa dovresti fare.

1. Perché vuoi avviare un blog?

avere un perché è fondamentale per aprire un blog di successo e guadagnare

Prima ancora di lanciare e lavorare sul tuo blog devi capire qual è il motivo di fondo che ti porta a buttarti in questo mondo.

Ti serve un perché.

Qualcosa a cui attaccarti nei momenti difficili.

Perché sì, diventare blogger può stravolgerti completamente la vita. Ma non vuol dire che sarà facile.

D'altronde cosa c'è di facile nella vita?

Devi solo scegliere che tipo di difficile vuoi affrontare.

  • Il difficile di fare un lavoro che non ti gratifica, in cui non sei veramente libero, in cui c'è un capo (o un'attività tua) che controlla il tuo tempo e la tua libertà.
  • Oppure il difficile di lavorare su qualcosa che ti appassiona veramente, qualcosa di tuo, che vedi crescere piano piano come un figlio. Qualcosa che può veramente permetterti di essere libero, trasformare la tua vita e quella dei tuoi cari.

"Alex io voglio essere libero.."

Perfetto, allora il primo passo è capire cosa ti motiva veramente.

Così quando attraverserai un momento difficile, saprai esattamente perché non devi mollare.

"Alex cosa devo fare di preciso?"

Ecco un piccolo esercizio che può esserti utile nel capire il tuo perché.

Capire il tuo perché per iniziare un blog

1) Decidi qual è l'obiettivo del tuo blog.
  • Questo può essere far crescere la tua attività attuale. Magari sei un professionista e vuoi avere più clienti. Cerca di essere specifico, cosa vuoi raggiungere di preciso? Quanto vuoi fatturare? Quanto vuoi guadagnare?
  • Oppure costruire un business intorno a un tuo interesse / passione.
  • O semplicemente guadagnare una cifra mensile tale da permetterti di lasciare il lavoro e iniziare a vivere il laptop lifestyle. Vivere in giro per il mondo, fare nuove esperienze e vivere la vita che hai sempre sognato
2) Scrivi almeno 5 motivi per cui raggiungere il successo con il tuo blog è importante

Adesso sai cosa vuoi raggiungere con il tuo blog.


Il passo successivo è quello di scoprire perché per te è veramente importante farcela.


Il punto è questo...


Ci saranno momenti nel tuo percorso da blogger (specialmente durante il primo anno) in cui vorrai mollare tutto. Sapere perché è importante, ti permetterà di non gettare la spugna nei momenti difficili.


Scrivi ORA almeno 5 motivi per cui devi assolutamente farcela.


Ad esempio "Voglio guadagnare almeno 2000€ al mese con il mio blog perché questo mi permetterà di lasciare il mio lavoro e dedicare più tempo ai miei figli ect..."


3) Pianifica come raggiungerai quest'obiettivo

Lavorare su un blog non è una cosa che puoi fare ogni tanto o quando hai voglia.


Se vuoi che ti frutti come un vero business allora devi trattarlo come tale. In caso contrario sarà solo un hobby. E gli hobby sono sempre una spesa e non una entrata.


Vuoi fare sul serio? Bene.


Il mio consiglio è quello di dedicare al tuo blog almeno 4-5 ore a settimana.


Conta che per scrivere un articolo articolo e pubblicarlo ci vogliono in media dalle 2 alle 4 ore (all'inizio probabilmente ci metterai un pò di più).


Quindi decidi adesso :


  • Quante ore dedicherai al tuo blog ogni settimana (scrivi il numero esatto).
  • Quanti articoli scriverai ogni settimana (puoi partire con 1 articolo a settimana).
  • In quale giorno e a che ora dedicherai del tempo al tuo blog.
  • Blocca questi slot di tempo nel tuo calendario e attiva le notifiche! In questo modo sarai sicuro di avere ogni settimana un appuntamento con il tuo blog 🙂

Hai fatto? Fantastico! Hai portato a termine il primo e più importante passo per creare un blog di successo.

2. Capire di cosa parlerai nel tuo blog (cioè scegliere la tua nicchia)

quando apri un blog scegli una nicchia specifica

"Alex io parlerò di me stesso. voglio creare un blog personale".

Piiiiip. Errore!

Parlare di te stesso non è qualcosa che agli altri interessa.

Se vuoi veramente avere successo con il tuo blog devi parlare di un argomento specifico a cui le persone sono interessate.

Deve esistere in Italia (o nel mondo se scriverai in inglese) un gruppo di persone che è disposto a spendere (comprando prodotti, servizi, corsi) in quella nicchia.

Ricordati che il blog ha l'obiettivo di attrarre un pubblico. E per farlo deve riguardare un argomento interessante per questo pubblico.

"Alex puoi farmi qualche esempio?"

Certo.

Di seguito ti mostro alcune categoria argomenti che puoi trattare.

Puoi scegliere un solo argomento (consigliato) oppure un insieme di 2-3 argomenti strettamente legati tra loro.

  • Parlare di una passioni. Un blog può parlare di una passione, come ad esempio la pesca, il cucito, la cucina, il giardinaggio ect...
  • Occuparsi di lifestyle. Ad esempio puoi aprire un blog di moda, casa, viaggi, esperienze ect...
  • Risolvere un problema. Ad esempio il mio blog attuale risolve un grande problema. Permettere a persone come te di creare un business online da zero (o portare un business esistente online) e raggiungere obiettivi collegati alla libertà oppure al guadagno. Altri esempi di blog costruiti intorno a un problema possono essere : Blog sulla perdita peso, l'acne, il branding, risparmiare soldi, investire e tanto altro!

"Alex sono confuso non so cosa scegliere!"

La cosa più importante da tenere a mente è questa.

Il tuo blog deve garantirti entro 1-3 anni una entrata tale da permetterti di raggiungere i tuoi obiettivi economici o di libertà.

Quindi il tuo obiettivo è quello di scegliere un argomento/nicchia che sia realmente profittevole e monetizzabile.

Purtroppo non tutte le nicchie sono profittevoli.

Alcune hanno più potenziale di altre.

Cosa puoi fare per capire se l'argomento che vuoi trattare è monetizzabile?

Negli ultimi anni ho sviluppato delle strategie per assicurarmi di aprire solo blog realmente profittevoli (ne ho aperti in totale 5, tutti che guadagnano da qualche centinaio di euro al mese fino a più di 5.000€ al mese).

Eccoti alcune di queste strategie.

COSA FARE ADESSO : CAPIRE SE LA NICCHIA HA POTENZIALE

  • Fai una ricerca sul web scrivendo nicchia + blog. Ad esempio "Blog pesca". Se ci sono tanti altri blog è un buon segno. Se non ci sono dei blog invece molto probabilmente si tratta di una nicchia poco profittevole.
  • Vai su Amazon e cerca dei prodotti correlati alla tua nicchia. Se ad esempio vuoi creare un blog di successo sul giardinaggio puoi scrivere "articoli giardinaggio". Se ci sono tanti prodotti in vendita, magari con anche tante recensioni allora è grosso segnale positivo. Se oltre a questo i prodotto costano di media almeno 30-50€ ancora meglio.
  • Vai su google e scrivi corso + nicchia. Ad esempio corso di giardinaggio. Se ci sono altri blog che vendono dei corsi è un altro grosso segnale positivo!
  • Se trovi almeno 2 di questi 3 segnali sei sulla buona strada e molto probabilmente la tua nicchia è profittevole.

Articolo di approfondimento : come scegliere la nicchia per il blog

3. Capire se è il caso o meno di aprire un blog gratis

Andiamo alla questione "aprire un blog gratis" oppure scegliere una soluzione professionale.

Partiamo dalle definizioni.

Cos'è un blog gratis?

In pratica è un blog ospitato su una piattaforma gratuita come blogger, wordpress.com (da non confondere con wordpress.org) wix, tumblr,  weebly e simili.

Queste piattaforme ti danno la possibilità di aprire un blog in pochi minuti, senza spendere un euro. Ospitando il "tuo" sito sotto il loro stesso dominio.

"Wow Alex, ma è fantastico. Allora vado subito a provare queste piattaforme"

Ma aspetta! Infatti devi sapere che il GRATIS in realtà ha un costo enorme nei confronti del tuo successo (ovviamente se il tuo obiettivo è creare un business serio e profittevole).

Infatti ciò che all'inizio può sembrarti un'ottima idea, tra qualche mese si trasformerà in un grosso errore che ti costerà mesi di lavoro. Mesi che saranno stati letteralmente buttati nel wc.

"Va bene Alex, spiegami perché non dovrei iniziare con una piattaforma gratuita"

Partiamo dai lati positivi. 

L'unico pro a mio avviso è che iniziare un blog gratis è appunto "gratis"

Andiamo a vedere invece i problemi principali collegati a queste soluzioni gratuite.

Leggi anche : Meglio WordPress o Blogger

Perché iniziare un blog gratis è un grosso errore. 5 motivi

  • Il tuo dominio (cioè il nome del tuo sito) sarà in realtà un sotto-dominio della piattaforma che ospita il tuo blog. Ad esempio se scegli blogger come piattaforma il tuo sito si chiamerà qualcosa del tipo : www.miosito.blogger.com. Il che rende il tuo sito POCO PROFESSIONALE agli occhi dei visitatori.
  • Hai poco controllo sulle possibilità di personalizzare il sito a tuo piacimento. Spesso troverai disponibili alcuni "siti template" cioè dei modelli preimpostati a cui potrai aggiungere colori e tipi di font (testo).
  • Hai poco controllo sulla possibilità di utilizzare software esterni che spesso sono vitali per monetizzare al meglio il tuo blog. Ad esempio avrai difficoltà a integrare la maggior parte delle piattaforme di email marketing. Non potrai ospitare un corso sul tuo sito se un giorno deciderai di venderne uno. O anche vendere un semplice e-book si trasformerà in un incubo.
  • È molto più difficile fare soldi con il tuo blog perché queste piattaforme limitano le possibilità di fare pubblicità e di utilizzare altre tecniche di monetizzazione.
  • Google non vede di buon occhio un dominio di terzo livello. Quindi parti molto svantaggiato e hai poche possibilità di attrarre visite verso tuo sito web.
  • Sei in affitto, il sito non è veramente tuo. Nel senso che se violi anche per sbaglio le regole di queste piattaforme gratuite, ti ritroverai bannato da un giorno all'altro. Immagina dopo mesi o anni di lavoro di perdere tutto per un piccolo errore!

Capisci perché aprire un blog gratis è un grosso errore se vuoi iniziare un business serio?

"Chiarissimo Alex, mi spieghi allora qual è la soluzione? "

La soluzione è acquistare un dominio completamente tuo e ospitare il tuo dominio sul web acquistando un piano hosting.

Cosa sono Dominio e Hosting?

Il dominio è semplicemente il nome del tuo sito web/blog. Ad esempio www.tuosito.it. L'hosting invece è lo spazio che acquisti per ospitare "fisicamente" il tuo sito nel web. In modo che immagini, file e video, articoli siano accessibili ai visitatori.

Adesso sono sicuro che ti starai chiedendo "quanto costa acquistare dominio + hosting?".

I costi sono veramente bassi se confrontati con qualsiasi altra tipologia di business online.

Ed è anche uno dei motivi per cui amo il blogging.

Dà la possibilità a tutti, anche a chi ha poche risorse, di costruire un vero business.

Una delle migliori piattaforme di cui ti parlerò nel dettaglio tra poco ti permette di registrare dominio GRATIS + avere 1 anno di hosting a poco più di 80€.

Esatto hai capito bene.

Puoi iniziare OGGI il tuo business con meno di 100€

Come aprire il blog? Quale servizio scegliere? Rispondo a tutto questo e ad altro nella sezione successiva dell'articolo. 

Come creare un blog - step by step

Ci siamo! Si passa alla parte più divertente di questa guida. Stai per compiere il primo passo per creare un blog di successo.

In questa sezione scoprirai :

  1. Come scegliere un nome efficace per fare un blog.
  2. Come scegliere e acquistare dominio e hosting (tra poco scoprirai cosa sono).
  3. Come installare un tema grafico per dare al tuo blog un aspetto professionale.
  4. Come creare l'area blog all'interno del tuo sito.
  5. Quali plugin installare per creare un blog di successo (ti spiegherò cosa sono tra pochissimo).

Pronto/a? Iniziamo!

1. Come scegliere un nome efficace per il tuo blog

scegliere il nome del blog che vuoi aprire

Scegliere un nome può rivelarsi una impresa al quanto ardua. A rendere questa scelta ancora più difficile, c'è la consapevolezza che in futuro non potrai più cambiarlo.

Ma niente paura. Perché dopo aver lanciato più di un blog e aver commesso tanti errori, adesso condividerò con te alcuni consigli pratici per scegliere un nome che ti renderà fiero/a del tuo progetto.

Ecco 2 strategie super efficaci per trovare un nome per il blog.

Strategia 1 : Tuo nome + cognome  

Come da titolo per scegliere il nome del tuo blog puoi utilizzare il tuo nome + il tuo cognome (può essere anche un nome d'arte).

Ad esempio uno dei miei blog si chiama alexbulla.it.

Ora questo metodo non va bene per tutti. Infatti lo consiglio solo a chi vuole costruire un brand intorno alla propria figura.

In genere questa soluzione è adatta a :

  • Coach e consulenti
  • Professionisti
  • Personaggi pubblici
  • Networker

Se invece non vuoi che il tuo brand ruoti intorno a te e al tuo nome allora c'è una seconda strategia che puoi implementare.

Strategia 2: Un nome che richiama la tua nicchia

Per la seconda strategia puoi seguire questa formula :

Nome dominio = Nicchia o gruppo di persone + Risultato finale o trasformazione che li aiuti a raggiungere

Ecco qualche esempio per rendere il tutto ancora più chiaro.

Magari vuoi lanciare un blog sui cani e vuoi aiutare i proprietari a capire meglio il proprio cane e renderlo felice.

Il nome potrebbe essere a questo punto zampettefelici.it.

Zampette = fa capire da subito che il blog tratta di animali

Felici = fa capire qual è il risultato che si vuole ottenere. Rendere il proprio animale da compagnia felice.

Altri esempi?

Mettiamo che tu sia un personal trainer e aiuti le mamme a tornare in forma e perdere peso.

Il tuo blog potrebbe chiamarsi mammefit.com

Mamme = rappresenta le persone a cui ti rivolgi

Fit = il risultato che possono ottenere. Tornare in forma.

.

Adesso voglio aprire una breve parentesi riguardo l'estensione del tuo sito web.

"Alex cos'è una estensione?"

Si tratta della parte finale del tuo dominio. Ad esempio .it o .com.

Un tempo era molto importante utilizzare la corretta estensione per il proprio sito web.

Che doveva corrispondere con la nazionalità del sito web oppure il tipo di organizzazione che c'è dietro.

Oggi invece è meno importante. Quindi senza preoccuparti più di tanto puoi scegliere l'estensione che preferisci tra le seguenti.

  • .it
  • .com
  • .net
  • .org

Queste sono le 4 che ti consiglio perché sono le più generiche e vanno bene per tutte le nicchie.

2. Come scegliere e acquistare dominio e hosting per il tuo blog

come creare un blog e scegliere l'hosting

In questa parte della guida ti spiego come effettuare l'iscrizione del dominio e dell'hosting in meno di 15 minuti

Per quanto riguardo l'acquisto del dominio e del hosting ti consiglio Siteground. È stato l'hosting con cui ho iniziato anche io 3 anni fa. 

Si tratta di un servizio economico e performante che assicurerà al tuo sito velocità e affidabilità. Che sono fondamentali per creare un blog di successo. 

1 anno con Siteground costa 5.99€ al mese da pagare annualmente

Ecco come iscriverti

iscriverti a un hosting per creare un blog
  • A questo punto seleziona il piano StartUp (a mio avviso è più che sufficiente per chi inizia da zero). E poi clicca su acquista.
creare un blog di successo con siteground
  • Nella schermata successiva avrai la possibilità di registrare il tuo dominio (il nome del tuo sito). 
  • Con Siteground nel suo primo anno il dominio è gratis. Dal secondo anno in poi ti costerà circa 15€ all'anno. 
aprire un blog con site ground
  • Siamo quasi alla fine. Adesso inserisci i tuoi dati personali e i tuoi dati di pagamento
come creare un blog con siteground
  • In quest'ultimo passo seleziona il tuo Data Center "GERMANY" (guarda l'immagine qui sopra). E in questo modo avrai un sito super performante perché il Data center è vicino all'Italia. 
  • Infine clicca sul pulsante blu "PAGA SUBITO".

Complimenti! La tua iscrizione è avvenuta con successo. Adesso riceverai una serie di email con i tuoi dati di accesso (potrebbe volerci qualche minuto). 

Una volta ti è arrivata la mail, non ti resta che fare login su https://login.siteground.com/password?lang=it. E inserire la tua email e la tua password. 

L'ultimo passaggio è quello di installare wordpress

installare wordpress con siteground

Con Siteground è un'operazione semplicissima perché ti basta cliccare su Imposta il sito (pulsante arancione a centro pagina).

  • Poi clicca su "crea nuovo sito".
  • Infine selezione wordpress e segui l'installazione assistita. 

E hai fatto! 

Adesso aspetta qualche minuto (10-15) e poi prova a fare login. Per accedere al tuo sito ti basta aggiungere al tuo nome dominio "/wp-admin". Ad esempio "miosito.com/wp-admin".

Il passo successivo è quello di installare un tema WordPress e inserire le giuste impostazioni per creare un blog di successo.  

Andiamo a vedere come farlo.

3. Come installare un tema WordPress

il tema wordpress del tuo blog

In questa parte dell'articolo ti spiego come installare un buon tema grafico per il tuo blog. In modo da avere un sito bello da vedere e allo stesso tempo performante. 

Cos'è un tema wordpress

È la veste grafica del tuo sito. Dà un layout alle tue pagine, menu, articoli e tanto altro. Ma la cosa più importante che fa un tema WordPress è assicurare il corretto funzionamento del sito e la sua velocità di caricamento. Fattore fondamentale per essere trovati su Google.

Ci sono diverse opzioni per scegliere il tema. Puoi utilizzarne uno gratuito, oppure puoi affidarti a un tema premium.

La differenza è che i temi premium sono più performanti, hanno più funzioni e ti permettono (alcuni) di costruire il tuo sito in maniera "visuale". Cioè mettendo insieme i pezzi un pò come se fossero dei lego. 

Adesso ti consiglio un tema gratuito (che ha anche una versione a pagamento se vuoi) e che ti assicura buone performance e una certa semplicità nell'utilizzo.

Il tema in questione è Hello Theme di Elementor. Ecco cosa fare:

  • Per installarlo vai nella dashboard di wordpress (login al tuo sito).
  • Passa il mouse sopra Aspetto e poi clicca su Temi.
installare un tema wordpress per il blog appena creato
  • Nella scherma di gestione dei temi, clicca in alto su "Aggiungi Nuovo"
Passi per aprire un blog - installare Hello Theme di elementor


  • Nella barra che trovi in alto scrivi "Hello Elementor" e poi installa il tema in questione.
Passi per aprire un blog - installare elementor
  • Alla fine dell'installazione ti chiederà se vuoi installare anche Elementor (che è il page builder di Hello Theme), clicca su installa e poi su Attiva Plugin.

Hai completato anche questo step?

Complimenti. Adesso potrai scegliere tra tantissimi layout e template e potrai sbizzarrirti nella costruzione del tuo blog WordPress. 

Ma prima una cosa importante.

Bisogna creare le pagine essenziali del tuo sito web e selezionare le giuste impostazioni.

Iniziamo.

4. Come creare l'area blog e le altre pagine importanti del sito.

le pagine importanti per aprire un blog

Le pagine che andremo a creare adesso sono:

  • La Home
  • Il Blog
  • La pagina Chi sono
  • La pagina Contatti

Tutte e 4 le pagine si creano allo stesso modo. Ti basta accedere alla dashboard di WordPress e poi passare con il mouse sopra la voce "pagine" e cliccare su "aggiungi pagina".

creare una pagina sul tuo blog con wordpress
  • Nella schermata successiva inserisci il titolo della pagina in questione e poi clicca su Pubblica.
creare la home page di un blog wordpress

Infine duplica questo processo per tutte e 4 le pagine che devono chiamarsi rispettivamente :

  • Home :  Questa sarà la pagina iniziale del tuo sito. Detta anche "home page". Per la tua home potrai scegliere tra uno dei tanti template già pronti che trovi con Hello Theme + Elementor.
  • Blog : È la pagina che ospiterà gli articoli del tuo blog.
  • Chi sono :  Qui scriverai qualcosa su di te, per farti conoscere un pò dalla tua audience. All'inizio non deve essere perfetta, non ti preoccupare. Potrai migliorarla nel corso dei mesi e degli anni aggiungendo sempre più cose.
  • Contatti : In questa pagina inserirai come i visitatori possono mettersi in contatto con te. Potrai inserire un Form (che puoi creare facilmente con Elementor) oppure la tua Email. 

5. Impostazioni importanti per creare un blog WordPress funzionale

impostazioni del blog

Il passo successivo è quello di indicare a WordPress quale tra le pagine da te creare è la Home e quale invece ospiterà i tuoi articoli. 

Per portare a termine questo passaggio ti basta:

impostare la pagina home page e il blog

 

  • Andare nella dashboard di WordPress e poi passare il mouse sopra Impostazioni.
  • A questo punto clicca su "Lettura".
impostare le 2 pagine principali del tuo blog
  • Nella sezione "la tua home page mostra", selezione "una pagina statica".
  • A questo punto scegli qual è la home page (la home che hai creato prima).
  • E scegli qual è la pagina degli articoli (la pagina blog).
  • Infine scorri verso il basso e clicca su "Salva le modifiche".

E anche questa è fatta, complimenti!

6. Creare il Menu del blog

il menu del blog

Il passo successivo è quello di creare un menu per il tuo blog.

Il menu è fondamentale per permettere a Google di capire la struttura del sito e accedere velocemente a tutte le pagine del blog. 

Ma cosa più importante il menu migliora l'esperienza degli utenti

Fattore cruciale per il successo del tuo blog. 

All'inizio il tuo menu non conterà molte voci, ma piano piano potrai ampliarlo fino ad un massimo consigliate di 5-7 voci. Sconsiglio di andare oltre. 

Quali sono le prime voci che inserirai nel menu? 

Ti consiglio di inserire : 

  • Il blog
  • La pagina Chi sono
  • La pagina Contatti

Ecco come fare : 

accedere alla sezione menu di wordpress
  • Vai nella dashboard di WordPress, passa il mouse sopra Aspetto e poi clicca su Menu.
creare il menu principale del tuo sito wordpress


  • A sinistra seleziona le voci del menu che sono appunto Blog, Chi sono e Contatti. E clicca su Aggiungi al Menu.
  • Subito dopo clicca su Salva il menu. 

A questo punto dobbiamo posizionare il menu nella parte alta del sito (Header). Ecco come farlo. 

selezionare il menu principale del tuo blog wordpress


  • Sempre nella schermata Menu, clicca su Gestione posizioni
  • Sotto la voce "menu assegnati" seleziona il menu che hai appena creato e poi clicca su Salva Modifiche. 

E anche questa è fatta. Complimenti!

7. Quali plugin WordPress per creare un blog?

I plugin sono delle applicazioni che puoi installare al tuo blog WordPress per potenziarne le funzioni

Esistono letteralmente decine di migliaia di plugin. E alcuni tra questi sono essenziali. 

Nelle prossime righe ti spiego quali sono i più importanti da avere subito per iniziare con il piede giusto e creare un blog di successo.

Yoast Seo - Per ottimizzare i tuoi articoli e posizionarti su Google

Si tratta del plugin numero 1 al mondo per la gestione della SEO sul tuo Blog. Ti permette quindi di ottimizzare il tuo sito e i tuoi articoli, facilmente. 

Una volta installato e attivato questo plugin, troverai un menu nella schermata di creazione dei tuoi articoli.

Dopo aver caricato l'articolo, potrai selezionare una parola chiave su cui concentrarti. E Yoast Seo ti dirà se il tuo articolo è ben ottimizzato per la SEO oppure no. Con le annesse modifiche da effettuare

Oltre all'ottimizzazione dei singoli articoli potrai ottimizzare il tuo sito andando nelle impostazioni del Plugin.

Elementor Pro - Per costruire il tuo blog Facilmente

Come detto prima, Elementor Pro è uno dei due Builder che utilizzo sui miei siti web. 

Si tratta di uno strumento indispensabile per chi come me non è un esperto di programmazione. Perché ti permette di costruire tutte le pagine del tuo sito attraverso un editor visivo e drag and drop

Nel senso che per costruire le pagine ti basterà spostare i vari elementi, cambiare colore, e tanto altro. Il tutto senza scrivere una riga di codice html. 

Esistono anche un versione gratuita (un pò limitata) che puoi iniziare ad utilizzare da subito per provarlo. 

Registrati sul sito gratuitamente e poi scarica il plugin e installalo.

WP Rocket - Per un sito veloce

Si tratta del miglior plugin per velocizzare il tuo sito. 

Perché la velocità di caricamento è così importante?

È uno dei fattori che influisce sul tuo posizionamento nella prima pagina di Google. Questo perché più è veloce il sito, migliora è l'esperienza degli utenti. E per Google la user experience è fondamentale.

Farti aiutare da un esperto del settore, nella velocizzazione del tuo sito ti costerebbe almeno 500€-1000€. 

Con WP Rocket puoi farlo in pochi clic con appena 44€. 

Clicca qui per installare WP Rocket sul tuo sito.

Come attirare traffico verso il tuo sito

aumentare le visite del blog

Un'altro step fondamentale di questa guida su come creare un blog, è di imparare ad attrarre traffico e visite.

D'altronde a cosa serve avere un blog se poi nessuno lo visita?

Ecco cosa scoprirai :

  1. Qual è l'errore che commettono la maggior parte degli aspiranti blogger e come evitarlo.
  2. Come trovare idee per i tuoi contenuti, in modo da attrarre sul tuo blog migliaia di persone al mese.
  3. Come scrivere un articolo efficace per il blog e trasformarli in fan sfegatati.
  4. Alcune semplici tecniche per impaginare il tuo articolo nel modo giusto.

Lo so, il tuo blog è pronto e adesso non vedi loro di iniziare a scrivere articoli e a far esplodere il tuo sito di visite e guadagni stellari.

MA...

Ti chiedo di avere ancora un attimo di pazienza.

Perché è proprio in questo passaggio cruciale che la maggior parte degli aspiranti blogger fallisce.

Di quale passaggio sto parlando?

Della tua strategia di pubblicazione.

Cioè di come scegli i contenuti su cui scrivere e come poi promuovi il tuo blog per attirare un pubblico nutrito di lettori.

1. Qual è l'errore che commettono la maggior parte degli aspiranti blogger e come evitarlo

errore da non fare per aprire un blog di successo e guadagnare

"Va bene Alex, spiegami qual è l'errore che commettono quasi tutti"

Te lo spiego tra poco.

Un attimo di pazienza, perché prima voglio farti riflettere su quella che è la vera funzione di Google.

Ora concentrati su questo...

...Perché utilizziamo questo motore di ricerca?

Riflettici un attimo.

.

Ad esempio pensa a qual è stata l'ultima ricerca che hai fatto oggi. Molto probabilmente hai cercato qualcosa di simile a "come creare un blog di successo".

Dico bene?

E sei finito su questo articolo.

Ecco la magia di Google all'opera.

Pensaci...

Riesce ad interpretare le nostre domande, richieste, curiosità e le trasforma in risultati che possono in qualche modo rispondere alle questi quesiti.

Ed è proprio qui che la maggior parte dei blogger sbaglia.

Qual è quest'errore?

Scrivere dei contenuti senza pensare se effettivamente rispondano o meno a una RICERCA che le PERSONE fanno su Google.

D'altronde se nessuno ha interesse verso un determinato argomento. Quindi nessuno lo cerca su Google. Come fanno le persone a trovare i tuoi articoli e quindi visitare il tuo blog?

È impossibile, sei d'accordo?

Ecco perché prima di iniziare a scrivere, devi capire quali sono le ricerche compiute dal tuo pubblico. E poi partendo da questo, puoi creare un piano editoriale per rispondere a queste ricerche.

"Oddio Alex, sembra complicato, come devo fare???"

Niente paura.

Ci sono tanti metodi (alcuni semplici, altri molto avanzati) per capire di cosa trattare nei tuoi articoli. E adesso ti spiego un metodo molto semplice e immediato per iniziare con il piede giusto.

2. Come ricercare le idee per i tuoi contenuti

come trovare idee per gli articoli del blog

Questo metodo sfrutta la barra di ricerca di google.

In pratica andrai su google dal tuo pc. Inizierai a scrivere qualcosa riguardante la tua nicchia e google ti darà dei suggerimenti.

Ecco, questi suggerimenti, rappresentano ricerche che le persone stanno facendo.

Questo cosa vuol dire?

Che c'è interesse riguardo quelle domande o argomenti. Quindi se scrivi sul tuo blog degli articoli utili al riguardo puoi RICEVERE VISITE.

"mmm...Alex puoi farmi un esempio pratico?"

Assolutamente si.

Prendiamo in considerazione la nicchia del mio sito alexbulla.it. Quindi tutto la vendita online.

Ora, uno dei social del momento è di sicuro Instagram. Che è molto utilizzato per vendere prodotti e servizi.

Su Instagram una funzione molto figa che vogliono tutti, è avere lo swipe up, ma purtroppo è disponibile solo se si raggiungono i 10.000 followers.

Andiamo a vedere su google se qualcuno cerca qualcosa al riguardo.

  • Vado su google.com
  • Scrivo "swipe up"
  • Ed ecco i suggeriimenti che google mi da.
trovare idee per gli articoli con i suggerimenti di google
  • Noto che alcune persone stanno cercando il termine swipe up senza 10k.

Questo cosa vuol dire? Che vogliono avere lo swipe up senza per forza raggiungere i 10.000 followers.

Collego i puntini, e mi rendo conto che conosco un metodo per riuscire a "scavalcare" questo limite imposto da Instagram.

Decido quindi di scriverci su un articolo che si intitola "Come fare lo swipe up senza avere 10000 followers"

Cosa succederà secondo te? Andiamo a scoprirlo insieme.

Infatti l'articolo l'ho scritto veramente.

E dopo qualche settimana...

...ecco il risultato

articolo del mio blog che si è posizionato primo

Bingo!

Non solo sono al primo posto su google (quindi ricevo la maggior parte del traffico, essendo il primo risultato visibile).

Ma in più domino anche su Youtube.

Infatti ho creato anche un video, che adesso è visibile sia su Youtube che su Google.

Visto che figata? 

Funziona 🙂

Action step per trovare idee per i tuoi contenuti

  • Pensa ad alcune domande frequenti che possono avere le persone riguardo la tua nicchia
  • Vai su google prova a vedere se qualcuno cerca quelle domande (provando diverse combinazioni)
  • Prova a scrivere su google alcune parole chiavi (come ho fatto io) e vedi quali sono i "suggerimenti automatici"
  • Stila una lista di tutto ciò che trovi. Inserisci queste idee in un file excel. Questi saranno i tuoi primi argomento sul blog!
  • Una volta che hai trovato almeno 30 idee il passo successivo per creare un blog di successo non è quello di iniziare a scrivere.

    Ma bensì di creare le categorie sul tuo blog.

    Cosa sono le categorie in un blog wordpress? Andiamo a scoprirlo insieme 🙂

    Come decidere le categorie per il tuo blog 

    Le categorie saranno i macro temi che ruoteranno intorno all'argomento centrale del tuo blog.

    Ad esempio su questo sito parlo di come creare un blog, come farlo crescere e come guadagnare con un blog.

    Queste sono anche le 3 categorie principali che ho creato per il mio progetto.

    Tu andrai a fare la stessa cosa per il tuo.

    ACTION PLAN : COME SCEGLIERE LE CATEGORIE DEL BLOG


    • Pensa a tutti gli argomenti e le domande che hai trovato nello step precedente (idee per i tuoi contenuti)
    • Queste idee possono essere riunite sotto delle "categorie" o idee più grandi? Ad esempio se nel mio blog parlo di come crescere su Instagram, come crescere su Youtube, come far crescere la lista contatti email. Qual è la macro categorie in cui posso inserire tutti questi argomenti? Come far crescere il tuo business online!
    • Idealmente dovresti trovare 3-5 categorie. Ti sconsiglio di andare oltre le 7 categorie!

    Adesso il passo successivo per fare un blog è quello di creare le categorie all'interno del tuo blog, in modo da poterle utilizzare per raggruppare i tuoi articoli. E far sì che ognuno di questi finisca nella giusta categoria.

    Ecco i passi da compiere : 

    andare nelle categorie di un blog

    Dalla dashboard di wordpress vai su articoli (passaci sopra il mouse) e poi clicca su categorie.

    A questo punto ti ritroverai nella schermata in cui potrai modificare e creare le categorie per il tuo blog.

    A sinistra hai la possibilità di creare nuove categorie. A destra invece puoi vedere le categorie esistenti e modificarle. Ad esempio puoi vedere che esiste già una categorie con nome "senza categoria".

    Se provi a scrivere un articolo finirà di default in questa categoria.

    Puoi rinominarla semplicemente cliccandoci su.

    Proviamo invece a creare una nuova categoria.

    come creare categorie di un blog
    • Per farlo ti basterà inserire un nome. Ad esempio "Come iniziare un business online"
    • Uno Slug. Che è la parte finale del URL (cioè link). Che deve essere breve. Possiamo scegliere in questo caso "iniziare-business-online".
    • Nella riquadro categoria genitore lasciamo nessuna (vuol dire che questa non sarà una sottocategoria ma bensì una categoria principale).
    • E nella descrizione per il momento lasciamo vuoto.
    • Infine clicca su "Aggiungi una nuova categoria" per completare l'operazione.

    "Va bene Alex, tutto chiaro, come posso inserire un articolo all'interno di una categoria?"

    Te lo spiego subito.

    Per facilitare la navigazione del sito, è importante inserire ogni articolo nella sua categoria di appartenenza.

    Prendiamo ad esempio il mio caso. Come ti ho detto sul mio sito ci sono 3 categorie principali (e altre un pò meno importanti).

    Se decido di scrivere l'articolo "17 strategie per attrarre visitatori sul tuo blog" secondi te a quale di queste 3 categorie dovrei inserirlo?

    1. Come iniziare un blog
    2. Come far crescere il blog
    3. Oppure come monetizzare il blog

    La risposta ovviamente è come far crescere un blog.

    Perché aumentare i visitatori del sito è uno dei modi che ho per far crescere un business.

    Ora ciò che devi fare è :

    1. Individuare le categorie di ogni contenuto che hai intenzione di scrivere ancora prima di averlo scritto. Potresti partire proprio dalle idee per i tuoi contenuti che ti ho fatto raccogliere qualche paragrafo fa.
    2. Nel momento in cui stai scrivendo un contenuto, grazie a una funzione di wordpress puoi inserire quell'articolo all'interno della categoria di appartenenza corretta.

    Andiamo a vedere come si fa il secondo punto.

    Per l'esempio in questione farò finta di aver scritto l'articolo 17 strategie per attrarre visitatori sul tuo blog.

    cambiare categoria articolo blog
    • Mi basterà andare nella barra a destra e scrollerà un pò giù per trovare la sezione categorie.
    • A questo punto clicco su categorie.
    • Per concludere posso selezionare la categoria corretta è il gioco è fatto.
    • Poi in alto clicca su aggiorna e il mio articolo sarà salvato nella categoria da me selezionata.

    Fantastico! Il passo successivo è imparare a scrivere un articolo efficace.

    3. Come scrivere un articolo efficace per il tuo blog

    come scrivere un articolo efficace

    In questo passo ti spiego in maniera sintetica ma anche facilmente applicabile come si scrive un blog post che ti porta traffico e visitatori.

    E che quindi ti aiuta a far crescere il tuo blog.

    La scrittura di un post va suddivisa in 4 parti.

    • La fase di ricerca
    • La fase di scrittura
    • La fase di revisione

    Andiamo a vedere nel dettaglio come funzionano questi 3 importantissimi step.

    a. La fase di ricerca

    In questo step il tuo obiettivo è di capire come fare meglio dei tuoi competitor. Cioè delle altre persone che hanno scritto riguardo lo stesso argomento.

    Infatti per superarli e quindi arrivare alle prime posizioni della Serp è fondamentale scrivere articoli migliori e più completi della concorrenza.

    Cos'è la Serp? La Serp spiegata in parole semplice. Rappresenta la "classifica" dei risultati che ottieni non appena fai una determinata ricerca su google. La famosa prima pagina dei risultati di ricerca. Il tuo obiettivo è sempre quello di posizionarti nelle prime 3 posizioni. Per ricevere la maggior parte dei visitatori.

    Come fare una buona ricerca

    • Scegli un argomento su cui scrivere e prova a digitare una parola chiave correlata su google. Se ad esempio vuoi scrivere l'articolo "cosa dare da mangiare a un gatto" digita questa stessa frase su google e clicca su invia.
    • A questo punto ti ritroverai davanti alla SERP. Cioè i risultati di ricerca della prima pagina. Adesso analizza i primi 3-5 risultati. Ecco come fare.
    • Leggi gli articolo 1 per 1 e segnati tutti gli argomenti trattati.
    • Una volta finito inizia a riflettere su come puoi fare qualcosa di meglio.
    • Ad esempio, c'è qualcosa che non è stato trattato? Puoi schematizzare meglio gli argomenti? Puoi inserire delle tabelle riassuntive, infografiche o immagini migliori?
    • Segnati cosa puoi fare di meglio e tienilo da parte perché lo utilizzeremo nella fase successiva.

    b. La fase di scrittura

    In questa seconda fase ciò che farai sarà scrivere la "brutta copia" del tuo articolo.

    Per farlo avrai bisogno in primis di creare la struttura dell'articolo. E poi iniziare a scrivere seguendo questa "traccia".

    Come scrivere la bozza dell'articolo

    • Decidi la struttura che avrà questo articolo. Cioè tutti gli argomenti affrontati, che verranno suddivisi in sottotitoli. E ogni sottotitolo se necessario verrà suddiviso in altri sottotitoli o step.
    • Per ogni sottotitolo e voce nella struttura da te creata cerca di trovare su google una fonte di approfondimento. Per farlo ti basta prendere quel sottotitolo e digitare la frase o parola chiave correlata su google. Puoi anche cercare risultati in altre lingue per risultati ancora migliori. Ma attenzione NON COPIARE mai e per nessun motivo.
    • Segnati gli approfondimenti in modo da ritrovarli facilmente nella fase di scrittura.
    • A questo punto sei pronto/a per iniziare a scrivere la brutta copia.
    • L'articolo deve avere una introduzione che spiega di cosa tratterà l'articolo e motiva il pubblico a leggere. Una parte centrale in cui condividerai i vari consigli / risposte alle domande del pubblico. E una conclusione in cui riassumi velocemente ciò che hai detto e inciti il pubblico ad agire.
    • Ti consiglio di eliminare qualsiasi tipo di distrazione per scrivere in modo ininterrotto per almeno 40-50 minuti. Quindi elimina le notifiche dal telefono, spegni la tv, chiuditi in una stanza tranquilla e scrivi.

    c. La fase di revisione

    Infine una volta completata la bozza. Passiamo all'ultima fase che è quella di revisione. In questo passaggio l'obiettivo è "smussare" l'articolo, per ottenere un post scorrevole e facilmente leggibile.

    Come correggere e migliorare l'articolo

    • Prima di correggere l'articolo ti consiglio di far passare almeno 1 notte. In questa modo potrai rileggerlo con "occhi nuovi".
    • Inizia con l'obiettivo di eliminare le ripetizioni, accorciare le frasi, ed eliminare errori grammaticali.
    • Cerca di rendere le frasi più scorrevoli.
    • Formatta l'articolo in modo che sia più facilmente leggibile. I paragrafi devono essere brevi e devi andare spesso a capo. Se è possibile crea altri sottotitoli di livello più basso. E quando necessario delle liste puntate.
    • Aggiungi infine dei link ad altri siti esterni (da citare come fonti) e che non siano però tuoi competitor.

    Se sei arrivato fino a questo punto complimenti. Adesso puoi pubblicare il tuo primo articolo. 

    Per farlo ti basta caricarlo su WordPress nella sezione articoli e poi cliccare su Pubblica.

    4. Come promuovere gli articolo del blog per ricevere traffico

    come promuovere un blog

    Un'altro tassello fondamentale per capire come creare un blog di successo è la promozione.

    Ora...

    ...Il modo migliore per far crescere il tuo sito resta senza ombra di dubbio il traffico che arriva dalle ricerche di google.

    Ma...

    C'è una cosa importante che devi sapere.

    Prima di classificarti nelle nella SERP, ci vorrà qualche mese. Specialmente se il tuo blog è nuovo.

    "Alex perché ci vogliono mesi?"

    Perché google ha bisogno di tempo per fidarsi del tuo sito. È un meccanismo di difesa per assicurarsi di non posizionare nella SERP siti poco affidabili. E quindi per fornire agli utenti di google (compresi me e te) solo risultati di qualità.

    In genere per vedere i primi risultati ci vogliono almeno 2-3 mesi. Ma molto dipende dalla nicchia. Alcune sono meno competitive di altre e per questo richiedono meno tempo.

    Ad esempio con uno dei miei blog ci sono voluti circa 4-5 mesi per iniziare a ricevere vero traffico da google. Con un'altro invece ci sono voluti 2 mesi. Con alexbulla.it ci sono voluti circa 5-6 mesi per le prime visite.

    "Alex ma esistono dei modi per ricevere traffico più velocemente?"

    Si. Ci sono tanti metodi per accelerare i tuoi risultati.

    Questi metodi verranno trattati solo sommariamente in questo articolo. Ma troverai degli approfondimenti su ognuna di queste strategie all'interno del mio blog.

    Anche perché nei primi 30-90 giorni, la maggior parte del tuo lavoro riguarderà la scrittura degli articoli e il popolamento del tuo blog.

    Bene andiamo a vedere come puoi promuovere il tuo blog

    Approfondimento : Come pubblicizzare un blog.

    a. La promozione sui social media

    Si tratta di uno dei metodi più semplici per far conoscere da subito il tuo blog. In pratica andrai a condividere i tuoi articoli, su Facebook, Twitter e Pinterest.

    Tra tutti questi il mio preferito è Pinterest. Facebook e Twitter sono ottimi per creare una community intorno al tuo blog.

    b. La scrittura di guest post

    Un guest post è semplicemente un articolo scritto da te e poi pubblicato sul blog di qualcun altro.

    In questo modo puoi sfruttare l'audience e la reputazione di un'altra persona per farti conoscere. Oltre a questo se riesci a concordare anche un link che punta verso il tuo sito, aumenti la tua reputazione agli occhi di google. E questo accelera i tuoi risultati.

    c. Siti di domande e risposte

    Chi non conosce Quora?

    Si tratta di un sito in cui hai la possibilità di fare domande oppure rispondere alle domande degli utenti. La cosa bella è che esistono diverse "stanze" tematiche, suddivise per argomenti. 

     Ciò che puoi fare per farti conoscere è diventare un utente attivo su questa piattaforma.

    In pratica risponderai alle domande relative alla tua nicchia aiutando la community. Oltre a questo di tanto in tanto potrai linkare il tuo sito web come risorsa utile per approfondire ancora di più una risposta che hai dato.

    d. I forum

    Come i siti di domande anche i Forum sono ottimi per farti conoscere e per trovare persone interessate alla tua nicchia.

    Anche in questo caso l'obiettivo è diventare parte della community, aiutare gli altri rispondendo alle domande e di tanto in tanto (se il forum lo permette) linkare il tuo sito web.

    Come guadagnare con il tuo blog

    come aprire un blog e guadagnare

    "Dai Alex...Andiamo al sodo. Io voglio guadagnare, come faccio?"

    Aprire un blog capace di renderti libero, attrarre clienti per la tua attività oppure costruirti una semplice entrata extra di 500/1000€ è possibile. Qualsiasi sia il tuo obiettivo sappi che è raggiungibile.

    Richiederà tempo.

    Quello si.

    Infatti se cerchi un modo facile e veloce per guadagnare, il blog non fa al caso tuo.

    Anche perché detto tra noi chiunque millanta un metodo per guadagnare facilmente e velocemente TI STA PRENDENDO IN GIRO. E vuole solo venderti il suo ennesimo corso.

    Quanto tempo ci vuole per guadagnare decentemente con un blog e quanto si può guadagnare con questo tipo di business online?

    Questo lo vedremo tra poco.

    Intanto voglio spiegarti quali sono le principali strategie di monetizzazione che potrai utilizzare.

    Guadagnare con il tuo blog grazie alle affiliazioni

    guadagnare con il blog grazie alle affiliazioni

    L'affiliazione conosciuta anche come "affiliate marketing" è uno dei metodi più semplici per guadagnare grazie al tuo sito.

    In pratica funziona in questo modo.

    Esistono la fuori tante aziende che pagano i blogger per promuovere i loro prodotti. In cambio del tuo "passaparola" queste aziende ti pagano una percentuale sui clienti che hanno acquistato grazie a te.

    Quali sono i vantaggi?

    • Iniziare è molto semplice. Ti basta iscriverti al programma di affiliazione, inserire i link (in modo coerente) nei tuoi articoli ed è fatta.
    • Non devi fare magazzino di prodotti.
    • Non devi fare assistenza clienti.
    • È una forma di guadagno molto passiva! Il famoso "passive income".

    Uno dei programmi di affiliazione più famosi è quello di Amazon. Conosciuto con il nome di Amazon Associate. E ti permette di guadagnare fino al 12% su ogni vendita.

    Grazie alla semplicità con cui si può partire è uno dei metodi migliori per monetizzare il tuo blog.

    Offrire coaching o servizi di qualche tipo

    guadagnare con il blog offrendo un servizio

    Un altro metodo che consiglio assolutamente è quello di offrire consulenze, coaching o altri tipi di servizi.

    Cos'è il coaching o la consulenza?

    In pratica con il tempo diventerai un "esperto" nella materia di cui parli nel tuo blog. Per questo tante persone saranno disposte a pagarti per imparare da te tramite videochiamata/zoom.

    Questo sarà il primo metodo che ti permetterà veramente di guadagnare cifre che vanno dai 500 ai 2000€ o più al mese o più.

    All'inizio potrai chiedere sulle 30-50€ per 1 ora di consulenza. Con il tempo potrai alzare i tuoi prezzi.

    Purtroppo non tutte le nicchie possono offrire coaching o consulenze. Inoltre non è un metodo di guadagno passivo. Perché ovviamente se offri un servizio dovrai lavorare attivamente per fornirlo ai tuoi clienti.

    Guadagnare con la vendita di infoprodotti

    vendere infoprodotti per guadagnare con il blog

    Cosa sono gli infoprodotti?

    Sono dei prodotti completamente digitali che puoi vendere al tuo pubblico per aiutarli a risolvere un determinato problema o per imparare qualcosa.

    Esempi di infoprodotti sono i video corsi o gli ebooks.

    Gli infoprodotti sono applicabili a quasi tutte le nicchie e sono il metodo migliore in assoluto per guadagnare con il blog.

    Quali sono i vantaggi e perché lo reputo il metodo migliore?

    • Perché i guadagni che ottieni non dipendono dal tempo che dedichi. A differenza ad esempio delle consulenze in cui per fornire il servizio ai tuoi clienti devi "lavorare in prima persona". Con i gli infoprodotti puoi anche fare 1000 clienti in un mese senza vendere il tuo tempo.
    • Perché è un metodo 100% scalabile. Puoi arrivare a guadagnare cifre enormi.

    Ora so cosa stai pensando.

    "Fantastico, corro subito a creare un infoprodotto e a venderlo sul mio blog".

    Creare un buon infoprodotto di successo non è facilissimo.

    Richiede in primis una buona conoscenza della tua nicchia e di ciò di cui ha realmente bisogno il tuo mercato. Per questo TI SCONSIGLIO di iniziare a vendere un corso da subito. Aspetta di aver scritto sul tuo blog per almeno 6-12 mesi e di avere almeno 10-20 mila visite mensili.

    Guadagnare grazie ad Adsense e altre piattaforme pubblicitarie

    aprire un blog e guadagnare con la pubblicità

    Un metodo di guadagno al 100% passivo è la pubblicità. In pratica funziona in questo modo.

    Ti iscrivi a google adsense (o a una delle tante alternative). Inizi a piazzare annunci pubblicitari sul tuo sito e ogni mese in modo completamente automatico, guadagni!

    Ma frena l'entusiasmo perché ci sono dei lati negativi che devi conoscere.

    • è inutile iscriverti ad adsense se hai appena iniziato. Per vedere un guadagno decente devi avere almeno 30-50 mila visite mensili. In caso contrario guadagnerai spiccioli!
    • Per alcune nicchie, come ad esempio il marketing, è molto meglio non utilizzare adsense perché si guadagna molto di più pubblicizzando i propri prodotti.
    • La pubblicità se esagerata può infastidire il tuo pubblico.

    Quanto tempo ci vuole per guadagnare con un blog? E quanto si può guadagnare?

    quanto ci vuole per guadagnare con un blog

    Nella mia esperienza (dopo aver creato 5 blog, tutti monetizzati) ci sono voluti dai 3 agli 8 mesi, per vedere i primi €.

    Quindi non sto parlando di guadagnare migliaia di euro al mese. Ma di vedere le prime entrate.

    Poi per i guadagni veramente interessanti (da uno stipendio a salire), ci vorranno dai 12 ai 24 mesi.

    Insomma creare un blog di successo non è una processo rapido. 

    Ma è secondo me, è l'unico metodo che ti da una reale libertà e che ti permette di vivere secondo i tuoi termini. Senza un luogo fisso, orari o un capo a cui sottostare.

    Il tutto partendo da un investimento esiguo.

    .

    "Va bene Alex, ma quanto posso guadagnare con un blog?"

    La risposta breve è che puoi guadagnare da poche centinaia di euro a decine di migliaia di euro al mese.

    Tutto dipende da te, dal tuo impegno e dalle scelte che fai sul tuo blog.

    Online trovi tanti esempi di persone che guadagnano cifre spaventose grazie a questo modello di business.

    Ad esempio Andrea Giuliodori con il suo efficacemente.com guadagna quasi 2.000.000€ all'anno.

    Non ti sto dicendo che diventerai come lui. Ma con impegno puoi arrivare a guadagnare tranquillamente, cifre che vanno dai 1500 ai 5000€ al mese. 

    Se vuoi approfondire l'argomento e capire anche da cosa dipendono i guadagni ti consiglio di leggere questo mio articolo : Quanto si guadagna con un blog

    Come creare un blog : Ecco cosa fare adesso

    Se sei arrivato fin qui, complimenti.

    Sei ad un passo, dal lanciarti in un progetto, che ti cambierà la vita in meglio.

    Ora…

    ..Sono consapevole che i passi per creare un blog nel modo giusto (e avere successo) sono tanti.

    E sono certo che adesso ti senti confuso.

    E forse nella tua testa c’è una vocina che inizia a dirticavolo, è complicata questa storia del blog…lascia stare…magari inizierai più avanti quando sarà il momento…

    Se è cosi ti prego, fai un favore a te stesso.

    Non rimandare.

    Con queste righe finali voglio dirti che il primo passo per ottenere risultati è INIZIARE.

    Qualche anno fa, verso la fine del 2018 mi sono ritrovato esattamente nella situazione in cui ti trovi oggi.

    E avevo paura…

    Ero terrorizzato dall’idea di creare un blog.

    Pensavo di:

    • Non avere le capacità…
    • Non avere il tempo
    • E di iniziare per poi fallire senza concludere nulla.

    Alla fine grazie alla mia testardaggine mi sono buttato. E oggi sono grato per aver deciso di non rimandare.

    Ero pronto?

    NO.

    Ma ho imparato ad esserlo strada facendo.

    E TU puoi fare la stessa cosa.

    .

    Ti lascio con un ultimo consiglio.

    Non rimandare, ma inizia ADESSO, in questo preciso istante.

    • Per prima cosa salvati questa guida tra i preferiti (o salva il link in un documento che puoi rivisitare giornalmente).
    • Subito dopo scegli l’argomento per il tuo blog.
    • E infine apri il blog senza rimandare.

    Qualsiasi siano le difficoltà che incontrerai (e ne incontrerai) potrai sempre imparare.

    Proprio come ho fatto io.

    E se seguendo questa guida c’è qualcosa che non è chiaro, ti prego di inviarmi un mail ad alex@progettandolafuga.com oppure puoi scrivermi su Instagram, mi trovi come @alexbullaofficial.

    Al tuo successo,

    Alex.

    AUTORE E FONDATORE | ALEX BULLA

    Il mondo del blogging a partire dal 2018 mi ha letteralmente cambiato la vita. Sono passato dall'essere un consulente stressato a completamente libero, grazie al mio blog e al mio canale Youtube. Negli anni successivi ho creato altri 4 blog, tutti monetizzati con successo. Tra cui progettandolafuga.com. In questo blog condivido la mia esperienza e ti aiuto a creare un blog che ti permetta di lasciare il lavoro, essere libero e avere il tempo per le cose che per te contano veramente.


    Tags


    Altri articoli che potrebbero interessarti

    Scrivi un commento

    Your email address will not be published. Required fields are marked

    {"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}